Stanchezza fisica e mentale: i rimedi

Tante persone si svegliano al mattino senza energia. La stanchezza fisica e mentale sembra non essere sparita dal giorno prima, la notte non è servita a nulla. È una condizione che tanti si trascinano nonostante i controlli e gli esami medici dicano che va tutto bene. Come rimediare allora a questa situazione?

Una volta chiarito che non sono presenti delle patologie (dopo un periodo di prolungata debolezza), occorre tornare alle basi della nostra fisiologia e della nostra capacità di concentrazione.

La stanchezza fisica e mentale spesso compaiono insieme: c'è poca voglia, poco entusiasmo, è come se il cervello non avesse minimamente la forza per svolgere i suoi compiti e che il corpo, per allinearsi a questo comando, si arrendesse ancor prima di cominciare.


Capita... intendiamoci: non sto parlando di uno stato larvale nel quale si sta sul divano. Intendo più quella pesantezza reale, quella mancanza di energie che può spingere una persona a dover fare solo il minimo necessario prima di essere travolta da questa stanchezza.

Parliamo anzitutto della stanchezza mentale. Più diffusa di quanto si pensi.

Le cause e i sintomi della stanchezza mentale

La stanchezza mentale si presenta come una sorta di appannamento che non permette di concentrarsi a lungo nel tempo. Un sintomo di questa stanchezza, a parte il "mal di testa" ovvero il sentirsi "la testa pesante" (parlo volutamente di sensazioni, perché spesso vengono riportate così in modo generico), è la distrazione, la procrastinazione.

La causa principale può essere dovuta a un sovraccarico cognitivo: troppe informazioni da gestire, troppi pensieri da districare... una condizione tipica della società moderna.

La cosa assurda è che si tende a reagire a questa stanchezza con dei comportamenti in grado di esacerbarla. Il multitasking è insieme causa ed effetto di stanchezza mentale. Così come la distrazione continua, iniziare dei task e non completarli, rimandare a tempi migliori delle decisioni importanti che prima o poi sovraccaricheranno il cervello.

Si parla in modo forse impreciso di "esaurimento nervoso", una situazione nella quale è l'incapacità di reagire a dominare. La difficoltà di concentrazione, di prendere una decisione è così forte da rendere complicato vivere una giornata normale.

A peggiorare la situazione concorrono diverse cause:

  • I problemi di lavoro
  • I problemi familiari
  • Il doversi occupare di una persona
  • La preoccupazione per il futuro proprio
  • La preoccupazione economica
  • Paura per la propria salute o di quella dei cari
  • La mancanza di supporto da parte delle persone care
  • La sensazione di dare troppo e non ricevere nulla in cambio
  • Il sentirsi non apprezzati
  • Ricevere brutte notizie
  • Non riuscire ad avere una vita sociale
  • Non riuscire a bilanciare piaceri e doveri
  • Essere incerti sul proprio futuro sentimentale
  • Non riuscire a comprendere il proprio ruolo nel mondo e sentirsi inadeguati

Ma ci sono anche motivi fisiologici...

  • Un sonno inadeguato o disturbato
  • Un eccesso di stress
  • Perdita della vista
  • Nevralgie e infezioni di poco conto
  • Una vera e propria stanchezza fisica dovuta a sforzi eccessivi
  • La cattiva alimentazione
  • La tendenza a indurre in vizi come l'alcol, il fumo, le droghe
  • Una giornata troppo piena e frenetica che induce al multitasking

I rimedi per la continua stanchezza mentale

Se arrivi a un punto in cui puoi definirti preda di un esaurimento nervoso, devi assolutamente porre rimedio. 

Considera che corpo e cervello sono fortemente collegati. Uno stress da lavoro può influire sulla tua salute della tua schiena, per esempio, oppure delle articolazioni.

Mangiare male, ad esempio una dieta eccessivamente "dolce", con troppi zuccheri, può aumentare le infiammazioni.

Ne parlo diffusamente nel blog, nel mio canale YouTube e anche nei corsi premium a pagamento: insomma, non puoi davvero scindere corpo e mente. Questo dovresti saperlo.

I rimedi sono quindi sia fisiologici, sia psicologici.

Individua la fonte di stress principale

Lo stress può comportare stanchezza mentale e procrastinazione continua. Ma difficilmente una persona "si stressa" per un solo problema, è più una somma di nodi che prima o poi vengono al pettine. Le ricerche lo dimostrano.

Il mio consiglio, in questo caso, è di procedere per "piccoli passi". Lo stress ha più cause, non è fattibile rimuoverle tutte in una volta.

Prova con delle tecniche di rilassamento e la meditazione

Le tecniche di rilassamento che fanno leva sulla respirazione possono davvero essere utili per scacciare il nervosismo.

La meditazione è importante, se hai troppo stress e pensi che possa aiutarti dedicaci 10-15 minuti al giorno. Ha benefici che ormai la scienza riconosce da tempo. Se vuoi scacciare lo stress con la meditazione, puoi seguire il mio video corso completo Impara a Meditare.

Prova con il massaggio, lo yoga o lo stretching

Il massaggio può aiutarti a rilassare i muscoli togliendoti un po' di pressione in tutto il corpo. Anche delle sedute di stretching e di yoga possono aiutarti.

Cura il sonno: riposa bene e a lungo

Il sonno è fondamentale anche se invecchiando viene spesso guardato con sospetto perché si soffre di sonnolenza. Ma devi assolutamente favorire i benefici ristoratori del riposo notturno. Come fare? Spegni le luci blu come quelle della tv o dello smartphone, assicurati che la stanza sia al buio, mettiti nella miglior posizione, respira lentamente e smetti di pensare.

Se hai ancora difficoltà puoi prendere una tisana calda o un mix di integratori che possono favorire il rilassamento (come il magnesio, la melatonina, alcune erbe adattogene). Evita l'esercizio fisico prima delle 19 e non mangiare alimenti che hanno blande proprietà stimolanti (cioccolato, dolci, caffè...)

Coltiva la gratitudine

Insisto sempre su questo punto perché aiuta a misurare il mondo. La vita è molto fragile, ce ne stiamo rendendo conto in questo periodo particolare, ci sono sempre cose peggiori.

Di sicuro essere grati per ciò che si ha aiuta a desiderare di più, nella giusta misura. E serve a dare entusiasmo, che contrasta lo stress.

Cammina o fai esercizio

L'allenamento, lo sport, in generale una qualsiasi forma di attività fisica all'aria aperta è un autentico toccasana per la stanchezza mentale. Approfittane subito, basta anche una passeggiata nel vicinato per spezzare la monotonia. 

Tutti gli studi dimostrano che l'esercizio fisico ha benefici sul piano mentale così evidenti, da essere utilizzato nei programmi di recupero per i disturbi cognitivi.

Combatti la procrastinazione

La procrastinazione è sia una causa, sia un effetto della stanchezza mentale. È l'accumularsi di tanti "problemi in testa" che ti conduce a quella sensazione di "riempimento" ed "esaurimento" difficile da spiegare.

La procrastinazione è dovuta al sollievo che si prova nel sapere di non dover affrontare una cosa sgradita. È quindi una sensazione piacevole ottenuta ora, in cambio di un impegno aggravato da assumere più tardi, nella sciocca speranza che non facendolo ora si risolva il problema.

Devi invece imparare ad apprezzare il piacere di fare le cose. Tra i consigli per combattere la procrastinazione c'è quello di segnarsi le cose da fare in modo preciso, a penna, per poi spuntarle una volta fatte.

Ma occhio a non programmare troppo. La miglior cosa da fare è prendere di petto la situazione. Fallo una volta, lo rifarai due volte, fino a che non diventerà un'abitudine.

La stanchezza fisica continua

Stanchezza fisica e mentale sono spesso connesse. Sentirsi stanchi e privi di energia, al netto di malattie, infezioni o condizioni particolari, non è normale.

Anzi, ti invito a NON accettare questa condizione e fare qualcosa. Ma in concreto che cosa? Anche qui la risposta non dovrebbe sorprenderti. Le cause possono essere tante, ma intanto io procederei con la soluzione numero 1: l'esercizio fisico.

Facendo sport diventi più forte e più resistente

Praticando una forma di attività fisica il tuo corpo diventa più forte, più resistente, più adatto a sopportare le fatiche. Inoltre riposi meglio, respiri meglio, tendi ad avere una visione più ottimistica del mondo perché sottoponi te stesso a fatiche appaganti, che hanno un "ritorno". Aumenta la tua motivazione e la tua voglia di fare. E metti più salute nel serbatoio.

Il miglior allenamento è un mix di aerobico a bassa intensità, per perdere grasso, e forza e resistenza, per preservare il muscolo.

Verifica la tua dieta

Spesso la stanchezza sorge come risposta a un regime alimentare drastico. L'aspetto più deteriore delle diete estreme e che costringono a snaturare l'equilibrio dei macronutrienti che invece va preservato.

Non iniziare piani dietetici estremi, inediti, sui quali non hai certezza di come potrebbe reagire il tuo corpo. Se devi perdere molti chili di grasso, devi affidarti a un nutrizionista. La pretesa di perdere peso solo passando dalla dieta e non dall'accoppiata dieta + allenamento è abbastanza fuori luogo di questi tempi.

Cerca di rivoluzionare il tuo piano alimentare mangiando cibi freschi, sani, anti-infiammatori e anti-ossidanti, così da rafforzare il tuo sistema immunitario.

Bevi acqua...

A volte la soluzione è nelle cose semplici. La frenesia di questo mondo ci fa tornare bambini, quando per bere acqua dovevamo ricevere l'impulso dei nostri genitori.

Se noti che non bevi tanto fuori dai pasti, ti consiglio di regolarizzare questa attività. La disidratazione comporta stanchezza, mal di testa, scarsa lucidità e prontezza.

Abolisci la sedentarietà

Se il lavoro ti costringe a stare sempre seduto o seduta, o comunque hai poca mobilità, ti consiglio - se puoi - di staccare ogni tanto. La sedentarietà fa male nel lungo termine, ma produce conseguenze negative anche nel breve termine, indebolendo le articolazioni, favorendo la ritenzione idrica. 

Infine lavora anche sulla qualità del sonno, sui livelli di stress, cercando di comprendere che non tutto può essere risolto da te e che bisogna convivere anche con le cose che non ci piacciono, a patto che non siano una negatività costante.

Se sei interessato a questi temi del benessere e della salute e a stare bene fisicamente, ti consiglio di seguire il mio video corso gratuito Potenzia La Tua Salute.

>> INIZIA A POTENZIARE LA TUA SALUTE

Condividi questo post:

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore Bestseller, ideatore del Metodo Ongaro® e ambasciatore Still I Rise

Lascia un tuo commento