Mangiare sano protegge dalle malattie

In tutti questi anni, sia attraverso i miei canali gratuiti (YouTube, gli altri social media e questo blog), sia soprattutto nei cicli di lezioni dei miei videocorsi a pagamento e nei libri che ho scritto, ho affrontato il tema della corretta alimentazione da un punto di vista olistico.

A me non è mai interessato dirti che devi mangiare bene perché così starai meglio. Ho sempre pensato che la nutrizione (cioè la scienza applicata all'alimentazione) sia un pilastro fondamentale della tua vita.

Se mangi bene, ma poi non ti alleni mai, dormi male, sei preda dello stress, hai relazioni poco soddisfacenti, otterrai comunque dei risultati pessimi.

E parlo dal punto di vista della salute. Un aspetto che ho altre volte sottolineato è quanto la corretta alimentazione - applicata come uno dei quattro fondamenti di una vita sana e intesa, cioè una #vitastraordinaria - possa incidere a livello preventivo.

Mangiare bene non significa solo stare bene ORA, ma anche e soprattutto stare bene DOMANI.

Sono innumerevoli gli studi che confermano il ruolo preventivo di un'alimentazione sana, contro l'insorgere delle malattie a più alta mortalità, come quelle cardiovascolari e i tumori (fonte).

Ma ho anche posto l'accento sulla necessità di proteggere il corpo dalle microcarenze di nutrienti essenziali per l'efficienza del sistema immunitario. L'alimentazione scorretta, disattenta, che impiega metodi di conservazione e cottura errati, tende a privarci dei nutrienti fondamentali per preservare la salute del nostro organismo.

Una ulteriore conferma arriva da una raccomandazione di importanti studiosi svizzeri appartenenti alle università di Losanna, Zurigo, Groningen, ETH e Associazione Svizzera per l'Alimentazione, in relazione alla vulnerabilità del nostro corpo di fronte a minacce concrete e reali come quelle del coronavirus.

In un articolo apparso in questi giorni, la professoressa Mette Berger, dell'università di Losanna, ha messo proprio in guardia da queste microcarenze e dai loro effetti negativi sulla salute:

"Nella popolazione svizzera abbiamo riscontrato un deficit di nutrienti necessari per l'ottimale funzionamento del sistema immunitario... vitamina D, acidi grassi omega-3, selenio e zinco. La carenza di micronutrienti importanti indebolisce il sistema immunitario e può avere ripercussioni sul rischio, la gravità e la durata della malattia da coronavirus".

Per cui, in linea con quanto affermo da anni, una integrazione alimentare di base, quotidiana, continuata nel tempo, basata sulla prevenzione e non sulle mega-dosi, può essere utile per prevenire l'indebolimento del sistema immunitario.

A tal proposito ti consiglio due articoli sul tema:
1. I principi dell'alimentazione corretta
2. Rafforzare il sistema immunitario

La professoressa si spinge oltre: il governo svizzero dovrebbe prendere di petto la situazione e affiancare l'integrazione alimentare alle misure essenziali di contenimento del virus, come il lavarsi le mani, indossare la mascherina, mantenere le distanze. Almeno per quelle fasce di popolazione che, per un motivo o per l'altro, non riescono ad assicurarsi il fabbisogno giornaliero di nutrienti essenziali.

Per te è importante questo:

  • devi variare l'alimentazione non facendo mai mancare le verdure a tavola. Non solo come contorno, ma come vero e proprio pasto.
  • utilizza lo schema del piatto unico: un sistema con il quale ti assicuri tutti i macronutrienti essenziali in un unico piatto.
  • mangia frutta. Una mela al giorno fa davvero bene.
  • evita cibi che provocano stress o che non ti fanno dormire bene o che sono pesanti da digerire. No fritti, no grassi trans, no zuccheri semplici, no bibite gasate.
  • Limita dolci da forno.
  • No cibo spazzatura, no cibo confezionato industrialmente.
  • Limita salumi e formaggi.
  • Continua ad allenarti, fallo in casa se non puoi uscire o andare in palestra, puoi utilizzare strumenti di fortuna, ma anche piccoli manubri ed elastici - molto utili per tenerti in forma. Usa la bici volendo. Anche quella da camera.
  • se puoi fai delle lunghe camminate.
  • osserva le prescrizioni sul coronavirus.
  • non bere alcol, limitane il consumo; se fumi è il momento giusto di provare a smettere.
  • pensa a integrare l'alimentazione se ritieni che per un motivo o per l'altro tu non riesca a coprire possibile deficienze, che nel lungo termine possono danneggiarti.

In definitiva...

Mangiare sano e corretto non ha solo vantaggi immediati, che si possono riassumere nel "sentirsi meglio" (più attivo, energico, volitivo, lucido, in forma, magro, riposato, contento, soddisfatto, di umore stabile) per affrontare la tipica giornata... anzi, molti studi hanno confermato che i vantaggi di una nutrizione equilibrata (nutrizione potenziativa la chiamo, in uno dei miei videocorsi di maggior successo) si estendono soprattutto nel medio lungo periodo, grazie al mantenimento in efficienza del sistema immunitario.

Se vuoi rimanere informato sui temi riguardanti la tua salute, il tuo benessere, la tua voglia di cambiare e trasformare la tua quotidianità in una #vitastraordinaria, iscriviti alla mia newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti.

RICEVI I MIEI CONTENUTI AGGIORNATI

Condividi questo post:

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore di 12 libri (Bestseller), ideatore del Metodo Ongaro® per l'alta prestazione e la crescita personale.

Lascia un tuo commento