Non riesco più ad allenarmi, come posso riprendere o iniziare da zero?

Tutti sanno che fare attività fisica fa bene al corpo e alla mente. Ormai le ricerche scientifiche che dimostrano i benefici ad ampio raggio di un allenamento fisico regolare sono moltissimi. Eppure in un paese come l'Italia circa il 40% delle persone sono completamente sedentarie. Sembra che chi ama l'esercizio continui a farlo e chi invece non è un appassionato, continui a starci molto lontano.

Ma iniziare a fare sport con regolarità non è così difficile come sembra. Il primo ostacolo che sostanzialmente tutti menzionano è la mancanza di tempo, molto più gettonato come ragione rispetto alla mancanza di motivazione.

Il tempo riflette però solo le priorità che ci siamo dati nella vita. Chi fa attività fisica regolarmente non ha più ore a disposizione degli altri e non è affatto detto che abbia meno impegni. Semplicemente considera lo sport una priorità, invece che qualcosa di secondario.

È proprio da questa idea di non avere tempo che occorre partire per imparare a muoversi con regolarità. Infatti le strategie che ti elenco qui di seguito sono in definitiva solo dei modi migliori di gestire il tuo tempo.

Ma perché è così difficile allenarsi?

Per ragioni evolutive siamo concentrati su ciò che ci fa stare bene nell'immediato e questo va sempre a discapito del futuro. Ma in tempi antichi il futuro era davvero incerto e quindi sviluppare questo comportamento poteva essere un vantaggio. Oggi no. In più la nostra vita in antichità era fatta di immense fatiche e rarissime ricompense e per questo noi siamo così poco propensi a faticare.

Ma allora perché per qualcuno allenarsi è assolutamente facile e normale? Non perché sono nati così o perché sono fortunati, ma perché si sono allenati all'allenamento, hanno superato le loro convinzioni interne e sono stati in grado di agire in funzione di una ricompensa futura e complessiva, e non di una fugace sensazione di benessere data da un divano e un aperitivo.

Ma quali sono le convinzioni personali che le persone spesso si raccontano sotto forma di vera e propria bugia? Nella mia esperienza sono principalmente 3 e sono davvero facilmente smontabili e lo farò senza mezzi termini, sperando ovviamente di esserti di aiuto...

1. Mancanza di tempo

Raramente ho incontrato persone che perdono più tempo di coloro che si lamentano sempre di non avere tempo. Facci caso: quelli che sempre ti dicono che non hanno un attimo libero, che sono oberati, sono quelli che te lo raccontano mentre fanno una pausa caffè di mezz'ora al bar. In più il tempo è solo il riflesso delle priorità che ti dai. Se una cosa ti interessa troverai il tempo per farla. Ecco perché anche le persone che si reputano cronicamente prive di tempo vanno al ristorante, al cinema, in vacanza, navigano il web sul telefonino, leggono giornali inutili e guardano la TV. Scegli cosa conta per davvero. E abbi il coraggio di essere lungimirante e onesto con te stesso.

2. Mancanza di soldi

Un'altra scusa che va per la maggiore è che fare sport costa e che i soldi sono pochi e vanno via per cose più importanti. Ma quali esattamente? C'è qualcuno che rinuncia al telefonino? Stando ai numeri pare di no. Ma poi dove sta scritto che per allenarsi ci vogliono soldi? Basta andare in un parco con un percorso vita, usare i gradini di una scalinata, o fare ginnastica a corpo libero a casa propria. Certo per fare alcuni sport ci vogliono soldi, ma non per fare quel minimo di attività necessaria a proteggere la nostra salute. Impara a dare il giusto valore alle cose. Spendi per te stesso perché sei il bene più prezioso che possiedi.

3. Mancanza di motivazione o pigrizia

I più sfacciati tra i sedentari non si attaccano alla mancanza di tempo o a ragioni economiche, ma semplicemente si dichiarano pigri e privi di motivazione. Questi sono quelli che ti dicono che non si può vivere da malati per morire da sani. Non voglio sembrare polemico, ma nel migliore dei casi sono in malafede, nel peggiore non hanno capito nulla del discorso.

Usano la pigrizia come se fosse una caratteristica genetica di cui non possono liberarsi ma che li rende felici, mentre è solo un'abitudine di cui si sono dotati per evitare di mettersi in gioco e che li rende schiavi.

Non sono affatto felici e la loro vita non corrisponde a quell'immagine godereccia e spensierata che cercano con grande sforzo di crearsi.

Sanno benissimo che essere sani e in forma è una vera libertà e che dipendere da cibo, alcol e divano per sentirsi vivi è una vera schiavitù. Se sei pigro è solo perché hai allenato la pigrizia così tanto da farla diventare un comportamento prevalente. Una pessima abitudine.

Sappi che non deve essere così. Puoi allenarti progressivamente ad essere attivo, ma per farlo devi liberarti dallo scudo che ti sei creato. Ricordati che non ti protegge, ma ti impedisce di vivere a pieno.

Superare le mancanze che ti impediscono di allenarti significa liberarti da scuse, alibi, bugie che emergono perché la fatica, in ogni sua forma, ci spaventa. Ma dalla paura non si scappa. Anzi, più ti allontani e più ti insegue e si ingigantisce. 

Ecco quindi 3 soluzioni per riuscire ad allenarti, magari riprendendo un discorso interrotto che aveva lasciato in sospeso tempo fa.

ricominciare-ad-allenarsi

1. Pianifica in modo strategico

Pensare di iniziare a fare attività fisica senza una pianificazione strategica significa in realtà pianificare di non riuscirci.

Se non ci sei riuscito fino ad oggi, non ci riuscirai nemmeno domani, almeno che non cambi i tuoi piani.
Se il problema principale è il tempo, inizia a sfruttare i weekend, durante i quali è assolutamente possibile, se non addirittura facile, trovare un'oretta per se stessi. Già riuscire a fare due allenamenti durante il weekend con regolarità è un grosso passo avanti. Poi sarà sufficiente aggiungerne uno durante la settimana per arrivare a tre allenamenti settimanali.

2. Fallo subito per evitare di metterlo da parte

Tutto ciò che non viene fatto subito rischia di essere rimandato, se non addirittura cancellato. Pensare di riuscire a fare allenamento alla sera tardi, per esempio, è in genere un'illusione. Alla fine la stanchezza prevarrà e lo sport verrà sostituito dal divano. È però possibile sfruttare le prime ore della giornata, magari alzandosi un po' prima. Questo per altro darà vita ad una giornata piena di energia, di entusiasmo e di orgoglio per essere riusciti a partire così bene.

3. Trova un partner con i tuoi stessi obiettivi

Condividere con qualcun altro gli allenamenti è un ottimo modo per trovare supporto psicologico gratuito. Mantenere gli appuntamenti presi e la parola data, non deludere l'altra persona e stare al suo passo, sono aspetti che rafforzano la tua scelta, oltre a rendere più divertente ogni allenamento.

In televisione si parla continuamente di alimentazione; sicuramente quello che mangiamo è fondamentale per il mantenimento della nostra salute. Spesso però ci dimentichiamo che i fondamenti della salute sono quattro: alimentazione, integrazione alimentare, allenamento e tecniche di rilassamento. Sono tutti importanti, ma alimentazione e allenamento sono particolarmente interconnessi, al punto da essere davvero difficile vederli separatamente.

Se ti manca la motivazione adatta, accedi al corso Avvia Al Cambiamento.

Condividi questo post:

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore di 12 libri (Bestseller), ideatore del Metodo Ongaro® per l'alta prestazione e la crescita personale.

Lascia un tuo commento