Come disintossicare il corpo

Dopo un periodo di stravizi è normale pensare a disintossicare il proprio corpo, cioè scegliere un regime alimentare più sano per far "riposare" l'organismo, dargli tregua. Se mi segui da tanto tempo, saprai che sono contrario alle diete rigide ed estreme, che come obiettivo hanno quello di perdere grasso in modo rapido, spesso affidandosi a quanto trovato sul web, privo di reale riscontro medico.

Per quanto mi riguarda, la scelta di un regime di alimentazione corretta dev'essere fatta con l'intendimento di portarla avanti per sempre. Lo sgarro non deve essere la disintossicazione, ma l'intossicazione... vale a dire una dieta sbilanciata a favore di cibo industriale, zuccheri, acidi grassi malsani e via dicendo.

La conseguenza di un regime alimentare corretto è la disintossicazione del corpo: un minor carico digestivo, un'assimilazione più semplice di nutrienti utili e non dannosi.

Come avrai potuto notare non ho affatto accennato a beveroni detox e simili. E lo faccio per un semplice motivo: la "disintossicazione del corpo attraverso la dieta" può avvenire facendo lavorare gli organi del corpo in modo sano, leggero.

Come il fegato disintossica il corpo

Il nostro corpo è come un mega impianto di produzione di energia. Immagina un complesso industriale all'interno del quale c'è una centrale, ma anche gli uffici, i parcheggi, i depuratori delle acque reflue.

Nell'analogia, la centrale al suo interno serve proprio per far funzionare tutto il complesso. Per cui, ogni giorno, tu produci energia a partire dalle calorie introdotte, e produci degli scarti.

Prima degli scarti c'è una grossa parte di energia che viene convertita per essere assimilabile, attraverso dei complicati meccanismi di sintesi che ora è inutile spiegare.

Il fegato ha questa doppia funzione di assimilare e mandare agli scarti tutto ciò che non serve. Per questo motivo è un organo vitale e importantissimo da proteggere (disintossicare) in ogni modo. Mi sembra pacifico che una dieta detox fatta di beveroni, che dura quindici giorni, seppure utile nel contesto di sentirsi "più leggeri", ha poco senso se lo sgarro continua nel resto dell'anno.

La disintossicazione del tuo corpo passa proprio dalla salute del tuo fegato.

Cosa fa il tuo fegato per disintossicarti?

Il fegato è sia il centro di approvvigionamento, sia il centro di smistamento della centrale elettrica. In pratica "decide" cosa utilizzare dei nutrienti e cosa scartare.

Il ruolo energetico è quello di mantenere intatti i livelli di glucosio nel sangue e nel corpo. L'operazione avviene attraverso un meccanismo di "deposito e rilascio" dello zucchero, che viene rimesso in circolazione alla bisogna.

Il fegato si occupa anche dei grassi, in particolare della produzione di colesterolo, utile in tanti processi, nonostante la non felice reputazione. Per nostra fortuna lo fa in modo controllato, grazie alla produzione di colesterolo HDL, che prende quello cattivo in eccesso e lo frantuma. 

Il fegato è necessario anche nella sintesi delle proteine. Alcune le utilizza per il mantenimento del complesso della centrale elettrica (le proteine strutturali come il collagene, utile per la salute del tessuto connettivo) altre appartengono alla classe degli enzimi e non vengono coinvolte in funzioni vitali, ma hanno il pregio di essere delle sentinelle che possono dirci tanto della salute del fegato (la transaminasi).

La funzione di depurazione è quella che ci interessa di più.

Il fegato libera dalle scorie il corpo, innalza una barriera contro i radicali liberi prodotti nei processi chimici in cui viene adoperato l'ossigeno; si incarica di ripulire le scorie prodotte dagli altri organi, come l'emoglobina prodotta dal midollo osseo (la bilirubina è lo scarto).

Il ruolo del fegato nell'alimentazione

Il fegato è centrale nell'assimilazione dei nutrienti. Come spiego nella prima lezione del mio corso sulla nutrizione potenziativa, purtroppo la nostra alimentazione è cambiata drasticamente nell'ultimo secolo.

Per decine di migliaia di anni, il nostro fegato si è evoluto per assimilare nutrienti provenienti da una dieta equilibrata, ricca di verdure, frutta, semi e povera di zuccheri e grassi rispetto all'eccesso odierno. Il fegato non si è ancora adattato. Grazie ad allevamento e colture intensive è aumentato il consumo di carboidrati non raffinati e di carni. La verdura viene ridotta perlopiù a contorno.

Nell'alimentazione sregolata dei nostri tempi, il cibo spazzatura è quello più dannoso. Immagina la colazione a base di cappuccino e brioche, dolce, saporita, ma che due ore dopo ti lascia a terra e ti costringe a mangiare uno snack, altrettanto ricco di zucchero. Nel giro di poche ore sei preda di un circolo vizioso contrassegnato da una sensazione di fame continua, dovuta al fatto che assimili zuccheri che innalzano i picchi glicemici (lo zucchero è dannoso ed è il primo responsabile dell'accumulo di grassi, in quanto spesso è "nascosto").

Il discorso sulla disintossicazione ora appare molto più chiaro: ci sono cibi che devi mangiare e cibi che non devi mangiare. E nei secondi, fatalmente, rientrano tutti quelli che appesantiscono il lavoro del fegato, costringendolo a un costante lavoro di regolazione del glucosio, di respingimento dei grassi saturi.

Tieni a mente che poi non conta solo quello che mangi, ma pure quando lo mangi. C'è una interessante connessione con il cervello, che ha il compito di attivare il fegato nelle ore in cui mangi. 

Quindi, lo ripeto ancora una volta, la depurazione del fegato NON DIPENDE da scelte drastiche, ma da scelte alimentari. Un corpo disintossicato è un corpo che mangia in prevalenza più leggero e cioè:

  • più frutta e verdura
  • più prodotti sani
  • meno prodotti o zero prodotti industriali
  • meno carni rosse
  • più semi e cibi ricchi di omega-3
  • zero alcol
  • molti meno zuccheri
  • cereali raffinati al posto delle farine bianche

In sostanza, la dieta detox di cui tanto si parla, puoi farla tua ogni giorno, solo che si chiama "alimentazione corretta".

Come disintossicarti con l'alimentazione

Un'alimentazione equilibrata raggiunge lo scopo di disintossicarti, attraverso un minor carico di lavoro di organi come il fegato, il pancreas, la milza, i reni, il colon. Mangiare sano e leggero, come ripeteva un antico adagio latino, fa bene anche alla mente. Il cervello è più lucido e reattivo.

Acqua e limone? La moda dell'acqua e limone si è diffusa in rete, con le solite esagerazioni. Io l'assumo di primo mattino, appena sveglio. In generale: devi bere più acqua perché è fondamentale per tutti i processi chimici all'interno del tuo organismo, compresi quelli di depurazione. Acqua tiepida o calda più limone può favorire l'eliminazione dei calcoli. Ma in generale una maggiore idratazione con o senza limone aiuta il detox.

Evita i succhi e i beveroni e il motivo è molto semplice: per berne un grosso bicchiere e rimanerne soddisfatto anche con il palato, devi centrifugare o spremere tanti frutti. Quindi assimilare troppo zucchero, ottenendo l'effetto contrario.

Aumenta i probiotici come lo yogurt greco o magro non aromatizzato. Meglio del latte, che non fa né male, né bene al fegato, ma può essere pesante da digerire. I probiotici aiutano le funzioni del tratto digestivo.

Mangia più fibre gli alimenti ricchi di fibre ti aiutano nella digestione, sono magri, apportano energia (le verdure, i legumi, la frutta, i cereali integrali).

Il ruolo degli antiossidanti

Una dieta ricca di antiossidanti aiuta il fegato nei processi antinfiammatori, generati dallo stress ossidativo (un eccesso di radicali liberi). I cibi ricchi di antiossidanti sono le verdure, la frutta, i semi e la frutta secca, il pesce e quelli che vengono comunemente chiamati "super foods".

Qui ti segnalo:

  • Caffeina (non in eccesso)
  • Carciofo
  • Cardo mariano
  • Curcuma
  • Ginseng
  • Ravanello
  • Rosmarino
  • Spirulina
  • Tè verde
  • Cibi ricchi di Vitamina E

Gli alleati del fegato: l'allenamento fisico

Se l'alimentazione corretta ha il doppio scopo di nutrirti adeguatamente e proteggerti dalle malattie (in primis da quelle del fegato e dell'apparato digestivo, come il colon e il pancreas), l'allenamento fisico - uno dei 4 fondamenti di una vita sana - è un valido aiuto per completare il ciclo di disintossicazione.

In genere si pensa alla disintossicazione del corpo come a un'operazione passiva, di rinuncia.

Ma non è così. Se pratiche nutrizionali temporanee come il digiuno intermittente possono aiutarti, di più possono farlo le routine quotidiane improntate a uno stile di vita corretto ed equilibrato.

L'esercizio fisico giornaliero aiuta tantissimo il fegato, grazie al consumo degli zuccheri (lo sforzo fisico anche moderato costringe l'organismo a bruciare le riserve di grasso). Così facendo liberi l'organo dalle sue funzioni di deposito e lo aiuti nella regolazione dei nutrienti di cui hai bisogno.

L'esercizio costante aiuta tutti gli organi... e stancandoti aiuta a dormire meglio. Il sonno, infatti, è una fase nella quale l'organismo si libera delle scorie prodotte durante la giornata. Se hai problemi a prendere sonno, devi intervenire subito, perché la mancanza di un riposo adeguato, oltre a vanificare gli sforzi fatti durante l'esercizio fisico, è legata all'insorgenza di gravi malattie.

In conclusione, la disintossicazione del tuo corpo passa principalmente per minor carico di lavoro per organi fondamentali come il fegato.

Le pratiche di digiuno terapeutico, quindi sotto stretta sorveglianza medica, in clinica, hanno questo effetto. La cultura umana usa il digiuno come forma di disintossicazione da millenni. Ma anche il digiuno intermittente o la dieta mima digiuno o ancora la dieta chetogenica hanno effetti limitati nel tempo e potrebbero essere insostenibili a lungo andare.

Il miglior modo per disintossicare il corpo è fare riferimento ai fondamenti di una vita sana, tra cui l'alimentazione corretta e l'esercizio fisico, non trascurando di dormire meglio, di limitare l'esposizione allo stress che può generare forme di ansia, tristezza o depressione, che prima o poi portano a uno stile di vita sregolato.

Il potenziamento della tua salute e la disintossicazione del corpo partono da presupposti scientifici precisi, che puoi applicare fin da subito.

Inizia seguendo il mio corso gratuito Potenzia la tua Salute, è disponibile per te cliccando qui sotto.

>> GUARDA IL VIDEO CORSO GRATIS ADESSO

Condividi questo post:

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore Bestseller, ideatore del Metodo Ongaro® e ambasciatore Still I Rise

Lascia un tuo commento