Come farsi rispettare dagli altri esprimendo i propri sentimenti in modo autentico?

Come farsi rispettare dagli altri esprimendo i propri sentimenti in modo autentico?

Indice

Non riesci a farti rispettare o hai l’impressione di non esserlo abbastanza? Pensa a quanto sarebbe bello riuscire a farsi rispettare: sul lavoro, in famiglia, in amore, dalle persone in generale. Ti sembra impossibile?

È perché credi che sia più difficile di quanto è in realtà. Proprio per questo, ti aiuterò a imparare a farti rispettare… e a rispettare la tua persona prima di tutto: ricorda che l’amor proprio parla di te, e le altre persone si comportano con te in base a ciò che comunichi loro e alla percezione di te che trasmetti. È necessario un certo tipo di lavoro interiore, per imparare a rispettare se stessi e riuscire a farsi rispettare, ma non è impossibile, anzi, ed è davvero necessario per vivere meglio.

Cosa è il rispetto per se stessi e perché è una premessa imprescindibile?

Il rispetto è alla base delle relazioni con gli altri e del rapporto con se stessi. Infatti, anche il rispetto per la propria persona è importante, anzi, fondamentale: l’amor proprio (che è cosa ben diversa dal narcisismo) si basa sul rispetto del proprio corpo, dei propri valori, sulla soddisfazione delle proprie necessità. Amare se stessi è la premessa per vivere meglio.

Ciò non è sempre facile, perché ci possono essere molti motivi per non amarsi. La noncuranza di se stessi nasce da comportamenti sregolati, da una routine trascurata, dal non sapersi ascoltare abbastanza. La scarsa autostima è uno dei primi motivi per i quali non ci si piace: il primo passo per accrescere la stima di sé è fare qualcosa che consenta di misurarsi con se stessi, superare i propri limiti e quantificare i propri progressi.

Ristabilire una routine regolare, allenarsi, dedicare tempo a un hobby, migliorare il proprio aspetto, cercare di migliorare lati del proprio carattere che non piacciono e sui quali è necessario lavorare. Insomma: per imparare ad amare se stessi è importante agire su tante piccole cose, tanti aspetti la cui somma dà come risultato una vita serena e stabile.

Come farsi rispettare da tutti: Cosa NON è il rispetto

Nella società in cui viviamo, complessa, frenetica, “liquida”, spesso il rispetto è poco… frequentato. La mancanza di rispetto può manifestarsi in diversi modi: uno sguardo, una frecciatina, una battuta, una frase poco gentile, con varie forme (a volte sottili) di prevaricazione, di menefreghismo, di indifferenza. Gli esseri umani hanno una grande capacità di in questo senso, le relazioni possono sgretolarsi o stare in piedi su basi fragili e premesse sbagliate. 

Alcune persone pretendono di guadagnarsi il rispetto con arroganza, boriosità, confondendo autorevolezza con autorità, senza capire che il rispetto non si fonda su criteri negativi. Infatti, le persone non ti rispettano per timore o deferenza: questo non è rispetto, ma paura di essere puniti, giudicati. Ciò che magari scambi per rispetto è in realtà un atteggiamento finto, di comodo, che cela indifferenza e mancanza di interesse nei tuoi riguradi.

Il rispetto vero nasce da sentimenti positivi, di amicizia, affezione, amore, ammirazione: le persone ti stimano, la tua presenza è arricchente, sei una persona valida, interessante, con cui stare volentieri e confrontarsi in maniera costruttiva. Dunque, il rispetto non si guadagna urlando, facendo la voce grossa, gonfiando il petto. Ti sto per mostrare cinque comportamenti per farti rispettare in ogni occasione.

Da cosa partire per farsi rispettare? Ecco 5 comportamenti essenziali

Ho già spiegato in un video i 5 comportamenti per farti rispettare sempre da chiunque.

 

Vediamo alcuni concetti- chiave del rispetto per interagire in maniera sana e intelligente con chi ci circonda.

1. GENTILEZZA

La gentilezza è l’elemento- chiave che manca nella società odierna, gentilezza verso se stessi, verso gli altri: il modo con cui ci si rivolge agli altri, le parole, i gesti utilizzati non possono prescindere dalla gentilezza: la gentilezza è un collante, un aggregatore che consente alle relazioni di cementarsi e crescere, proprio come un fertilizzante in un terreno. Dunque, sii gentile: non perché vuoi qualcosa in cambio, ma perché ti piace essere gentile. Se disinteressata, la gentilezza ti farà stare meglio, indipendentemente dalla reazione del tuo interlocutore.

2. AFFIDABILITÀ 

Essere puntuali, rispettare la parola data, fare ciò che si promette: non venire meno agli impegni (professionali, personali, affettivi) ha molto a che fare col rispetto. Molte persone non danno alcun peso a questo aspetto, trascurano appuntamenti, scadenze, comportandosi, appunto, in maniera irrispettosa.

3. CREDIBILITÀ 

È la conseguenza della tua storia personale, di quanto sei gentile e affidabile (come vedi, gentilezza e affidabilità sono due premesse importanti per costruirti una solida credibilità). Sei credibile sulla base della tua storia: chi sei, cosa hai fatto, che comportamenti hai avuto, quanto sei coerente.

4. ONESTÀ 

Nei confronti dei tuoi valori e nei confronti dei valori delle persone con le quali ti interfacci. Trasparenza, chiarezza nei sentimenti e nelle azioni sono fondamentali. Onestà significa anche saper dire di no (assertività), senza accettare tutto passivamente, per paura di offendere l’altro e comunicare così una percezione distorta di te e di ciò che realmente vuoi: accettando sempre tutto, finirai per farti comandare dagli altri, assumere un atteggiamento servile (e spesso di sudditanza psicologica, negativa per la tua autostima, il tuo amor proprio e la tua self confidence). Evita di sostruire rapporti fasulli basati su convinzioni errate: puoi tirarti indietro, se qualcosa non ti piace! In questo video ho parlato di come imparare a dire di no.

 

La tendenza all’onnipresenza (altra caratteristica della società odierna) ci impone di dover dire sempre sì per essere “vincenti”, facendoci interiorizzare il senso di colpa se non rispettiamo le aspettative.

5. EMPATIA

La capacità di comprendere gli stati d’animo dell’altro è fondamentale per generare rispetto e farsi rispettare. Ci sono tante sfumature da captare e percepire per riuscire a stabilire una comunicazione equa con gli altri. Anziché alzare muri, cerca di trovare un canale di comunicazione, è fondamentale per capire e farsi capire. Rimanere arroccati sulle proprie convinzioni pensando di essere nel giusto è presunzione e ti rende incapace di un confronto arricchente e rispettoso.

>> SUPERA ADESSO LE TUE PAURE!

Come farsi rispettare in famiglia, dai propri figli?

All’interno della famiglia, nei confronti dei figli, il rispetto non è negoziabile. Si parlava, poco sopra, della facilità con cui si confondono autorità e autorevolezza. I genitori non devono essere amici dei figli, ma è necessario porre regole e trasmettere ai figli il rispetto di queste regole. Ma come fare? Non certo imponendo un’autorità fatta di costrizioni, sgridate, polemiche, punizioni senza dare un buon esempio di coerenza e dialogo: definisci i confini mantenendo affetto e tenerezza. La nostra credibilità di genitori trasmetterà ai figli il rispetto della figura genitoriale. In questo video ho già spiegato tre errori da evitare di commettere con i propri figli.

 

Essere trasparenti, onesti, ascoltare le necessità e accogliere le fragilità dei nostri figli, ammettere i propri errori e migliorare insieme: il percorso non è privo di insidie, ma se sapremo essere coerenti e leali con i nostri figli, se daremo loro fiducia senza concedere troppo, riusciremo a guadagnarci il loro rispetto senza alzare la voce, sgridare, imporre condizioni punitive (e controproducenti: privare e punire senza una valida motivazione e senza far capire l’errore è la strada giusta perché i nostri figli trasgrediscano e non ci rispettino).

Quando i figli crescono e diventano adulti, il rapporto sarà tra pari: rispettare l’individualità e l’autonomia dei nostri figli, partecipare alle loro soddisfazioni, essere presenti nel momento del bisogno significa coltivare sentimenti di affetto e rispetto che saranno ricambiati, e raccogliere i frutti di ciò che avremo seminato.

Come farsi rispettare in amore e dagli amici?

Nelle relazioni d’amore il rispetto e la fiducia sono ingredienti senza i quali la torta non riesce. È anzitutto importante essere se stessi e mostrarsi per ciò che si è, con i propri pregi e i propri difetti (debolezze, fragilità), per stabilire una comunicazione basata sulla trasparenza, sull’onestà. Solo così otterremo il rispetto delle persona che amiamo. Infatti, ingannare, omettere, essere insinceri significa mancare di rispetto a chi abbiamo di fronte, ma anche ingannare e non rispettare noi stessi. Gli errori e i momenti difficili sono inclusi nel pacchetto, ma con stima reciproca, fiducia e rispetto è possibile affrontare e superare le difficoltà, riuscendo a rafforzare la complicità e l’empatia.

Anche in amicizia rispetto e fiducia sono importantissimi. Impara a comunicare: la comunicazione include saper esprimere le proprie emozioni, ma anche essere capaci di ascoltare quelle degli altri. Cerca di ascoltare davvero gli altri e fallo in modo disinteressato, per sviluppare empatia e affidabilità.

Non solo. Sia in amore sia in amicizia è normale attraversare momenti di tensione dovuti a incomprensioni. Ritorna qui l’importanza della gentilezza e dell’empatia. Cerca di gestire le tue emozioni senza alterarti o sbottare laddove invece il dialogo può favorire la comprensione reciproca e l’affievolirsi di amarezze e dissapori. Parlare in modo pacato e gentile, pur facendo valere le propria opinione ed esponendo le proprie motivazioni, dimostra carattere, personalità e favorisce il rispetto.

Come farsi rispettare sul lavoro?

Qui gentilezza e assertività sono le strade per ottenere rispetto (e rispettare). Anzitutto, confida nelle tue capacità e nelle tue competenze: supera la paura del giudizio degli altri (in questo video ti racconto come fare).

 

Mostra impegno, propositività, già queste sono buone premesse per stabilire rapporti sani con capo e colleghi. È importante interfacciarti, comunicare, coinvolgere ed essere coinvolto/a: non ti isolare, ma cerca di condividere e mostrarti una persona preziosa con la quale lavorare. 

Sii gentile, impara a dire di no: il servilismo e la passività sono nocive, perché tenderai ad accollarti oneri che possono essere dilazionati o responsabilità che non sono necessariamente tue, senza controbattere ed esprimere il tuo punto di vista. In questo modo, non otterrai rispetto, al contrario, darai modo alle persone di approfittarsi della tua debolezza e invadere i tuoi spazi a gamba tesa.

Se ti chiedi come non farsi comandare dagli altri, sappi che prepotenza e sfacciataggine (che ogni tanto hanno a che fare con una certa cialtroneria) dovrebbero lasciare il posto a umiltà e concretezza: dimostra ciò che vali e che sai fare senza grandi proclami, ma con l’impegno e la costanza. Ciò ti porterà rispetto, stima, ammirazione.

Dunque, come non farsi sottomettere sul lavoro? Evitando di essere troppo accondiscendente e indulgente o troppo disponibile, perché potresti diventare una sorta di tuttofare a cui delegare tutto, in qualsiasi momento e occasione. Il rischio è quello di sovraccaricarsi di lavoro e stress. Ritorna il concetto di assertività: negarsi ogni tanto, con educazione, affabilità e gentilezza, sarà sicuramente più professionale (e meritevole di rispetto) che dire sempre di sì.

Sviluppare coraggio e autostima non è impossibile, e posso aiutarti a farlo proponendoti il mio videocorso Supera le tue paure, per insegnarti ad andare oltre tutte le paure che ti bloccano, per sviluppare fiducia in te, autostima, coraggio, e riuscire a contare sulle tue capacità e sulle tue forze, vivendo meglio e all’insegna della felicità.

>> SUPERA ADESSO LE TUE PAURE!

Condividi questo post:

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore Bestseller, ideatore del Metodo Ongaro® e ambasciatore Still I Rise

Lascia un tuo commento