Come depurare i reni? Alcuni consigli di salute

Come depurare i reni? Alcuni consigli di salute

Indice

I nostri reni sono organi preziosissimi e delicati, veri e propri “filtri” naturali, fondamentali per la nostra vita e la nostra salute. Stai per conoscere meglio l’imprescindibile ruolo dei reni e come depurarli per mantenere una buona salute.

Cosa sono e a cosa servono i reni?

I reni sono due organi a forma di… fagiolo (ebbene sì!). La funzione principale dei reni è produrre l’urina a partire dal sangue, consentendo di eliminare le scorie presenti nell’organismo. Infatti, quando l'organismo assume le sostanze nutritive dal cibo, parte dei prodotti di scarto viene reintrodotta nel sangue.

Una delle funzioni primarie dei reni è filtrare continuamente le sostanze di scarto dal sangue. Potremmo affermare che i reni rappresentano una sorta di “centrale di pulizia” per il sangue.

Se i reni non svolgessero questa funzione, le scorie si accumulerebbero nel sangue, procurando gravi danni al nostro organismo. Oltre alla pulizia del sangue, i reni sono coinvolti anche altrove:

  • Elaborano la vitamina D nella sua forma attiva, necessaria per l'assorbimento del calcio dagli alimenti. Tra le altre cose, il calcio è importante per la formazione delle ossa: proteggere e rinforzare le ossa è molto importante per una salute completa.
  • Contribuiscono a regolare la pressione sanguigna;
  • Stimolano la produzione dei globuli rossi.

Quali fattori e condizioni possono promuovono problematiche renali?

Anche se le malattie renali possono presentarsi a qualsiasi età, una riduzione della funzione renale insorge più frequentemente con l’avanzare dell'età. Possiamo individuare condizioni cliniche, come ad esempio la pressione alta (ipertensione): ho già spiegato in un video come abbassare la pressione. Anche diabete e obesità sono condizioni che possono favorire l’insorgenza di problematiche a livello renale.

In altre situazioni, la cattiva funzionalità dei reni può dipendere anche da abitudini comportamentali scorrette.

La prevenzione è possibile adottando uno stile di vita regolare e seguendo una sana ed equilibrata alimentazione.

Questi accorgimenti possono da un lato contribuire a controllare il peso, e dall’altro concorrere a rallentare lo sviluppo o l’insorgenza di patologie: mangiare bene allunga la vita, così come vivere con regolarità!

In questo video spiego che prevenire alcune malattie è possibile:

 

Come? Con indicazioni scientifiche semplici e chiare, una buona costanza e un approccio positivo, potrai potenziare la tua salute e migliorare sensibilmente la qualità della tua vita. Ti spiego tutto questo nel mio videocorso Potenzia la tua salute: scopri cosa vuol dire davvero essere sani.

Scopri il video-corso gratuito POTENZIA LA TUA SALUTE

Rimedi naturali per depurare i reni: 7 regole preziose

Tra le abitudini virtuose per depurare i reni e proteggere la loro salute, ci sono 7 regole salva- reni che dovresti osservare con attenzione:

  1. Praticare attività fisica con regolarità aiuta a controllare la pressione arteriosa e quindi a ridurre il rischio di malattie renali.
  2. Tenere a bada la glicemia e la pressione. Il controllo della pressione fa da corollario alla prima regola. La pressione alta è dannosa per i reni, specie quando è associata ad altri fattori come il diabete, le malattie cardio-vascolari e il colesterolo elevato. In un video spiego proprio come evitare problemi di colesterolo.
  3. Mangiare sano e controllare il peso. È consigliabile privilegiare una dieta a base di cibi vegetali, come ad esempio la dieta mediterranea, che riducono l’acidità dell’urina e quindi il carico di lavoro per i reni, apportando poche calorie e molte vitamine antiossidanti. A proposito, in un video ti parlo dei migliori cibi antiossidanti, quelli che servono davvero. Non solo: non perderti le dieci regole per una nutrizione corretta.
  4. Ridurre il sale, (molti cibi industriali ne sono ricchi) e sostituirlo con aromi e spezie. Puoi imparare a proteggerti dai danni del sale seguendo i consigli nel mio video.
  5. Bere acqua in abbondanza, circa due litri al giorno.
  6. Non fumare. Infatti, il fumo contribuisce ad aumentare la pressione del sangue e accelera l’invecchiamento dei vasi, ostacolando la circolazione del sangue. Inoltre, il fumo può aumentare il rischio di cancro del rene poiché le sostanze contenute nel tabacco vengono smaltite attraverso le urine.
  7. Evitare l’abuso di farmaci non indicati dal medico, soprattutto quelli per mal di testa, dolori ossei o articolari.

Per la buona salute dei reni, un aiuto dagli integratori

I consigli per una sana ed equilibrata alimentazione devono essere potenziati da una integrazione mirata e consapevole, che ha lo scopo non solo di colmare alcune micro carenze croniche, ma anche di rafforzare e migliorare la tua salute. Stare bene significa anche promuovere la fisiologica funzionalità renale e assolvere alle funzioni biologiche dell’organismo, oltre a fare prevenzione.

Impara a usare gli integratori alimentari in modo scientifico e sicuro, a scoprire quali sono fondamentali e quali vantaggi possono offrirti nel breve e lungo periodo. Se scelti in maniera oculata e usati in modo corretto, grazie alla loro elevata biodisponibilità, i nutraceutici sono importanti nell’approccio preventivo.

Proprio per questo, occorre conoscerli bene e capire come utilizzarli. Saper scegliere con criteri scientificamente corretti è quindi fondamentale. Il mio corso Scopri i Nutraceutici è stato ideato proprio per fornirti gli strumenti per fare le scelte migliori.

>>> ECCO COME UTILIZZARE I NUTRACEUTICI!

Cattiva salute dei reni, quali conseguenze negative?

Se la funzione renale non si svolge in maniera corretta è possibile andare incontro ad un sovraccarico di tossine, che può provocare problemi come mancanza di energie, pelle impura e maggior rischio di contrarre patologie anche gravi, legate ad un lavoro eccessivo dei reni.

Alcuni sintomi dell'insufficienza renale acuta:

  • Una possibile riduzione del volume delle urine.
  • Ritenzione idrica, che si manifesta con gonfiore di gambe, caviglie o piedi.
  • Sonnolenza.
  • Fiato corto, se i liquidi si accumulano nei polmoni (edema polmonare)
  • Affaticamento.
  • Confusione mentale.

Alcuni sintomi dell’insufficienza renale cronica (si sviluppano gradualmente nel tempo):

  • Nausea e vomito.
  • Perdita di appetito.
  • Affaticamento e debolezza.
  • Difficoltà nel prendere sonno.
  • Riduzione nella quantità di urina prodotta (soprattutto quando la malattia è già avanzata)
  • Confusione mentale.
  • Contrazioni muscolari involontarie.
  • Gonfiore a piedi e caviglie.
  • Prurito persistente.
  • Fiato corto, se i liquidi si accumulano nei polmoni (edema polmonare).

Esami da fare per verificare lo stato di salute dei reni

Il nefrologo è lo specialista che si occuperà di capire se i nostri reni funzionano. Al medico occorreranno alcuni esami specifici:

  • Creatinina: i cui livelli ematici e nelle urine sono utilizzati per stimare la capacità del rene di depurare il sangue.
  • Azoto ureico: i cui livelli nel sangue e urinari sono utilizzati per valutare il metabolismo proteico del rene.
  • Emocromo: consente di registrare eventuali alterazioni del metabolismo dei globuli rossi.
  • Sodio ematico e urinario: le cui variazioni indicano un’alterata idratazione e un eccessivo uso di sale nella dieta quotidiana.
  • Potassio: quando è aumentato, indica una ridotta eliminazione renale di tale minerale e un’eventuale acidosi metabolica intercorrente.
  • Fosforo: risulta aumentato solo nella fasi avanzate della malattia renale.
  • Esame chimico-fisico delle urine

Come hai potuto osservare in precedenza, tra le altre abitudini da seguire costantemente, un’alimentazione consapevole rientra tra le pratiche abituali per prevenire danni alla salute (qui ti spiego come curarti con l'alimentazione). Ma non basta.

L'alimentazione che segui non deve limitarsi ad avere un effetto preventivo, ma può servire come vero e proprio elemento di potenziamento del tuo organismo. Cosa significa? Significa vivere una vita al massimo, essere dinamici e reattivi. Ti spiego come nel mio corso di Nutrizione Potenziativa.

Scopri NUTRIZIONE POTENZIATIVA!

Condividi questo post:

Filippo Ongaro

AUTORE

Filippo Ongaro

Medico degli astronauti dal 2000 al 2007, autore Bestseller, ideatore del Metodo Ongaro® e ambasciatore Still I Rise

Lascia un tuo commento